Crisi economica, se ne torna a parlare in un Consiglio provinciale straordinario

TERAMO – Crisi economica e occupazionale in provincia di Teramo. Se ne torna a parlare nel corso di un Consiglio provinciale straordinario. Il presidente del Consiglio provinciale, Mauro Martino, come reso noto dal capogruppo del Pd, Ernino d’Agostino, ha convocato per domani la conferenza dei capigruppo per stabilire data e modalità di svolgimento del Consiglio aperto.
D’Agostino accusa però la Giunta Catarra di “colpevole ritardo” nella convocazione della seduta. “Esigeremo ora che il Consiglio sia convocato in una data ravvicinata e che le modalità di svolgimento consentano una adeguata partecipazione al dibattito dei rappresentanti delle associazioni e delle organizzazioni sindacali –si legge in una nota diffusa dal Pd provinciale – di fronte agli effetti devastanti di una crisi economica ed occupazionale che ha assunto proporzioni drammatiche, la Provincia deve riappropriarsi della sua funzione di coordinamento territoriale e di punto di riferimento istituzionale per gli attori economici e sociali”. La seduta consiliare avrà all’ordine del giorno due punti: la verifica degli impegni e degli obiettivi di contrasto alla crisi e di sostegno alle imprese e all’occupazione fissati nel precedente consiglio straordinario e la discussione delle proposte contenute nel Protocollo presentato dalle organizzazioni e l’approvazione di una mozione che definisca gli indirizzi per l’azione della Provincia e per le iniziative nei confronti del governo regionale e nazionale.

Leave a Comment