Maxi operazione dalla Guardia di Finanza, scoperti 102 lavoratori irregolari

TERAMO – La Guardia di Finanza ha scoperto 102 lavoratori irregolari, dei quali 28 completamente ”in nero", nell’ambito della recente operazione "Illegal Work 2", un’azione generica di controllo, su aziende di tutto il territorio abruzzese che fa seguito a un’altra maxioperazione che ad agosto aveva portato alla scoperta di altri 192 lavoratori irregolari. I dati sono stati resi noti dal Comando Regionale Abruzzo, a fronte di un’indagine eseguita dalle Fiamme gialle dei Comandi provinciali di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo e del Reparto Operativo Aeronavale di Pescara, con oltre 300 interventi nei settori della ristorazione, agricoltura, edilizia, tessile e turistico alberghiero che hanno visti impegnati, complessivamente, 68 pattuglie e 160 militari. Durante l’attività ispettiva sono stati individuati anche 2 cittadini extracomunitari del sud est asiatico privi del permesso di soggiorno, all’interno di un laboratorio gestito da cinesi ad  Alba Adriatica. I due hanno tentato di dare false generalità ma i militari hanno provveduto a notificare l’ordine di espulsione emesso dal Questore di Teramo. Contestualmente sono stati denunciati il titolare dell’azienda e la proprietaria dell’immobile per violazione alla normativa sull’immigrazione clandestina.

Leave a Comment