Capobianco "Dovremo superarci"

TERAMO- Aspettando Bancatercas- Armani Milano anticipo di lusso del massimo campionato nazionale di serie A di pallacanestro. Andrea Capobianco, che potrà contare sulla squadra al completo: “Iniziamo contro una delle maggiori candidate al titolo. Milano è bravissima a giocare il contropiede primario correndo in 5, ma anche quando gioca a metà campo può trovare il canestro con tutti i suoi giocatori. Ha inoltre giocatori specialisti nell’arte difensiva, da Rocca e Jaaber a Mordente e Hawkins. Dovremo superarci, giocando una partita di grande qualità mentale, fisica e tecnico-tattica. Lo sforzo che dovremo fare tutti quanti insieme è non abbattersi nei momenti difficili e non esaltarsi appena le cose dovessero andar bene. Chiavi del match saranno la difesa e la conquista dei rimbalzi, ma per non rendere vano il lavoro difensivo sarà fondamentale giocare con la palla sempre in movimento”. Tutta la squadra è carica, come testimoniano le parole di Mike Hall: “In questi giorni abbiamo lavorato bene, ci stiamo conoscendo sempre meglio e stiamo diventando una squadra. Finalmente si comincia, respiriamo l’attesa dell’ambiente e sono sicuro che l’incitamento dei nostri tifosi ci aiuterà a giocarci questa partita”. PRECEDENTI ED EX. Sono ormai ben 18 i precedenti tra Teramo e Milano: i meneghini conducono 13-5 nel computo totale delle sfide, e 6-3 in quelle giocate sul campo aprutino. Ennesimo ritorno nella città dove è nato per uno dei leader dell’Olimpia, Marco Mordente.Grande ex del confronto è lo stesso Mike Hall, due volte finalista del campionato nelle ultime due stagioni con l’Armani Jeans. Due stagioni nel capoluogo lombardo anche per Casey Shaw, nel 2001-02 e nel 2007-08. Milano biancorossi si presentano al PalaScapriano con il roster completo, dopo il recupero degli infortunati e l’inserimento di Mike Nardi. Sulla gara di Teramo, coach Bucchi è cauto: “Teramo è una buona squadra e certamente sarà sospinta dall’entusiasmo del proprio pubblico e cercherà di far valere il fattore campo. Noi dobbiamo cercare di cominciare bene la nostra stagione e per farlo dovremo essere determinati sin dalla palla a due”. Una partita molto particolare per Marco Mordente, che a Teramo è nato il 7 gennaio 1979. Marco è rimasto legatissimo alla sue origini, tant’è che è impegnato in prima linea nel progetto: “Un nido per l’Aquila”. Domani 17 ottobre alle 14.00, Mordente sarà a l’Aquila, per la prima volta dopo il terremoto, per la conferenza stampa di presentazione delle iniziative di raccolta fondi per questo progetto (c/o Confcooperative, Via Colle Petrara 35).

Leave a Comment