La politica culturale della Provincia nel mirino del Pd

TERAMO – "Parla di grave violazione ai principi che dovrebbero ispirare una trasparente poltica culturale" il Pd puntando il dito sui contributi che la Provincia ha erogato ad associazioni e manifestazioni culturali in base all’esito del bando riguardante il secondo semestre 2010. Secondo i consiglieri di minoranza dal quadro degli aiuti deliberati dalla Giunta provinciale emergerebbe l’esclusione di eventi di notevole rilievo che in passato avevano sempr ricevuto attenzione prioritaria dall’ente (come il maggioFest, la Coppa Interamnia, il Premio Di Venanzo, la Vetrina del Parco, ecc.) mentre manifestazioni in qualche modo "marginali" avrebbero ricevuto secondo la minoranza, una sensibilità diversa. "Evidente la sperequazione nell’attribuzione degli aiuti a manifestazioni che non sono assolutamente paragonabili – dice D’Agostino – non si può concedere 2500 euro a una "gloria" del territorio come "Castelbasso", e dare 4000 euro al Carnevale di Notaresco." Con una interrogazione dunque  i consiglieri all’opposizione chiedono al presidente Valter Catarra di "chiarire i motivi che hanno indotto una così drastica riduzione della spesa destinata alla promozione di eventi culturali e sociali e di spiegare la logica che ha ispirato l’attribuzione dei contributi o se non ritenga di aprire un confronto proficui con il mondo delle associazioni per promuovere una svolta"

Leave a Comment