I parlamentari corrono a NY per l'Anffass di Teramo

TERAMO – Undici parlamentari del Montecitorio Running Club correraranno alla Maratona di New York per raccogliere fondi destinati alla gestione della casa-dimora dell’Anffass per i disabili senza famiglia di Teramo. Della comitiva di onorevoli di tutte le forze politiche fa parte, al fianco del vicepresidente della Camera, Maurizio Lupi, promotore dell’iniziativa, anche il parlamentare teramano dell’Idv, Augusto Di Stanislao. All’iniziativa aderiscono gli 80 parlamentari iscritti al Running club che, attraverso anche il sostegno di numerosi sponsor e partner della spedizione americana, si faranno promotori di versamenti e raccolta di denaro da destinare all’organizzazione di assistenza per diversamente abili di Teramo. Del gruppo che correrà il prossimo 7 novembre a New York ci sono Francesco Paolo Sisto, Alessandro Pagano, Enrico Costa, Marcello Di Caterina, Antonio Palmieri e Paolo Vella del Pdl, Sandro Gozi del Pd, Ivan Rota dell’Idv, il senatore Filippo Saltamartini del Pdl. La Dimora teramana a cui sono destinati i fondi è una struttura residenziale progettata dalla Fondazione Anfass, per dare ospitalità ed assistenza in via continuativa a circa 20 disabili privi del sostegno familiare. I lavori di ristrutturazione ed adeguamento dell’immobile che si trova nel centro storico della città, nell’edificio ex Ospedaletto di via Taraschi, sono stati finanziati dalla Regione Abruzzo e dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Teramo. Il Presidente della Fondazione Anffas Teramo, Ercole d’Annunzio (nella foto assieme all’onorevole Lupi), ha espresso soddisfazione per l’iniziativa: «Tutto questo è un implicito riconoscimento del valore delle nostre attività e sostiene una causa importante come quella della Dimora, che è per i genitori dei disabili una concreta risposta alla preoccupazione su chi potrà assistere il proprio figlio quando verranno meno o non saranno in grado di garantire il necessario sostegno».

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment