Di Dalmazio e Vannucci nel mirino della Cna

TERAMO – Parla di “assenza spiacevole” la Cna di Teramo in riferimento alla mancata partecipazione di due assessori Ezio Vannucci e Mauro di Dalmazio e una pubblica iniziativa convocata per creare un momento di confronto tra le istituzioni e gli imprenditori balneari. “Nella sala consiliare del Comune di Alba Adriatica – si legge nella nota di disappunto della Cna – c‘erano molti imprenditori e cittadini, gli unici assenti (ingiustificati) sono stati i rappresentanti della Provincia e della Regione”. “La Cna è un’associazione di categoria – si legge ancora nel comunicato diffusa dalla Cna – chi sceglie di fare politica e soprattutto chi è onorato di vestire il ruolo di assessore, dovrebbe dialogare con tutti gli attori locali. La defezione di Vannucci e Di Dalmazio, però, è da considerare particolarmente spiacevole nei confronti di tutti gli imprenditori e i cittadini che da Teramo, dalla Vibrata, da Pescara e da Francavilla sono partiti per avere un confronto con i propri amministratori”. “Nonostante questo abbiamo tentato di rispondere noi ad alcuni quesiti posti dalle parti sociali – prosegue la nota –  ad esempio perché in Abruzzo é così difficile fare sistema tra le imprese e le istituzioni locali? (Le assenze di ieri sono forse una prima una risposta). Perché il settore commercio non viene considerato rilevante per la promozione del territorio? In merito alle procedure di infrazione avviate dalla Commissione europea per le imprese balneari, come sostenere la categoria già fortemente in crisi? E quando la convocazione delle conferenza Stato – Regioni che dovrebbe indire l’attuale coordinatore nazionale, cioè l’assessore Di Dalmazio?”. Amareggiata per l’assenza dei due assessori di riferimento la Cna definisce quanto successo come “l’ennesima dimostrazione di inerzia politica, disinteresse verso i cittadini e di scarsa consapevolezza sul significato che il ruolo di rappresentante politico implica”.  

Leave a Comment