Tercas Teramo: poker di sconfitte. Verso il taglio di Hall

CANTU’ – E’ facile la vittoria casalinga per Cantù sulla Tercas, che resta ancora a quota zero punti in classifica dopo quattrogiornate. I biancorossi subiscono la buona partenza della squadra di casa, con un parziale di 11-0 dopo appena 6 minuti di gioco. Teramo fatica a trovare soluzioni di tiro contro la zona canturina e perde molte palle. Cantù, pur non trovando il tiro dalla massima distanza (0/6 nel primo quarto), ha più fluidità nella circolazione di palla e trova buone soluzioni dal perimetro. Banca Tercas ha un sussulto di orgoglio, rosicchia punti e riagguanta i padroni di casa portandosi sul 13-13 al 2′ dalla fine del primo parziale soprattutto grazie a Zoroski che ridà grinta alla propria squadra. Cantù riprende fiato e si ributta in avanti con i canestri di Ortner e Markoishvili. Il secondo quarto vede Teramo andare in confusione mentre il team di Trinchieri ritrova la mano felice dalla lunga distanza con le triple di Leunen e Mazzarino. La difesa di Teramo perde sempre più di efficacia:  troppo facile il tiro e la penetrazione per un Mazzarino scatenato che insieme a Leunen porta i biancoblu sopra di 19 punti. Sono ancora le troppe palle perse a penalizzare Teramo che si affida al solito Zoroski che chiuderà la gara con 31 punti sul tabellino. Si torna in campo con Teramo più intensa in difesa, ma sono ancora troppo le guardie canturine che sfruttando i miss match piazzano tiri facili. E’ l’infortunato uomo-coraggio Boscagin (in campo con una vistosa protezione al volto dopo la frattura al setto nasale rimediata doenica scorsa contro Sassari) a guidare lo scatto d’orgoglio degli ospiti con una tripla sul finire del terzo quarto che ridà ossigeno ai suoi compagni riducendo le distanze di 8 lunghezze (62-54) a 2 minuti dalla fine del terzo quarto. Ma non c’è abbastanza energia nella squadra di Capobianco che viene travolta nell’ultimo quarto. Molto probabilmente quella di Cantù è stata l’ultima partita in biancorosso di Mike Hall: l’ala americana si avvia verso il taglio, al suo posto arriverà l’altro americano Josh Davis.
Ecco lo scout dell’incontro:
Bennet Cantù batte Banca Tercas Teramo 82-70 (21-17; 47-28; 64-54).
Bennet Cantù:  Bianchi ne, Micov 10, Ortner 9, Markoishvili 18, Leunen 19, Marconato, Mazzarino 16, Mian ne, Diviach ne, Tabu 6, Maspero ne, Green 4. Allenatore: Andrea Trinchieri.
Banca Tercas Teramo: Zoroski 31, Ahearn, Boscagin 3, Lulli, Diener 4, Martelli ne, Rullo, Hall 12, Shaw, Polonara 4, Fletcher 16 Alleantore: Andrea Capobianco.
Arbitri: Cicoria, Lo Guzzo, Crescenti.
NOTE Tiri liberi: Bennet 14/15; Banca Tercas Teramo 14/17. Tiri da tre punti: Bennet 10/25; Banca Tercas Teramo 8/27. Tiri da due punti: Bennet 19/37; Banca Tercas Teramo 16/35. Usciti per 5 falli: nessuno; fischiato
fallo tecnico a Hall (18′). Rimbalzi: Bennet 35; Banca Tercas Teramo 37. Spettatori: 3.084.

Leave a Comment