Videopoker pirata sequestrati dalla Finanza

TERAMO – Macchinette videopoker non collegate alla rete telematica dei Monopoli di Stato sono state sequestrate dagli agenti della guardia di finanza di Teramo nel capoluogo e a Campli. Le fiamme gialle, con due diverse operazioni di servizio, hanno individuato all’interno di alcuni esercizi commerciali le apparecchiature che in alcuni casi non erano collegate e dunque sfuggivano all’accertamento delle imposte da versare ma in altri addirittura non risultavano nemmeno censite nella banca dati dei Monopoli: un aspetto questo, che la Finanza sta approfondendo con ulteriori indagini. Le sanzioni erogate nel corso dei controlli ammontano a oltre 10mila euro. I titolari degli esercizi pubblici sono stati segnalati al questore e ai sindaci per i provvedimenti di competenza.

 

 

Leave a Comment