Venturoni da oggi libero cittadino

TERAMO – Adesso la notizia è vera, confermata dallo stesso ex assessore subito dopo la notifica personale del provvedimento: Lanfranco Venturoni è libero di muoversi da normale cittadino. Il gip del tribunale di Pescara, Guido Campli, ha infatti revocato oggi l’obbligo di dimora nei suoi confronti e per l’imprenditore Rodolfo Di Zio. Entrambi erano stati arrestati il 22 settembre scorso nell’ambito dell’inchiesta sui rifiuti condotta dalla Procura di Pescara e nei confronti di Venturoni, lo scorso 22 novembre, era caduto il provvedimento di detenzione domiciliare. L’avviso di conclusione delle indagini era stato firmato nelle settimane scorse. Nell’ambito della stessa inchiesta, si avviano verso l’archiviazione le posizioni del consigliere regionale ed ex assessore ai rifiuti Daniela Stati e del sindaco di Teramo, Maurizio Brucchi. Il provvedimento odierno permetterà a Venturoni di essere presente da domattina in consiglio regionale, nelle vesti di semplice consigliere eletto dal popolo, per partecipare alla discussione e al voto della legge Finanziaria regionale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment