Vendite natalizie: bene l'elettronica, soffre la pelletteria

TERAMO – “Si è lavoricchiato, ma la crisi e la legge che ha liberalizzato le vendite promozionali non ci hanno dato una mano”. Così Giancarlo Da Rui, pesidente del consorzio “Shopping in Teramo centro”, commenta l’andamento delle vendite natalizie per la categoria che, come lo scorso anno, ha registrato un calo stimato intorno al 20-25%. Un calo causato anche dal ricorso massiccio alle vendite promozionali che unito a un arrivo precoce dei saldi (il 6 gennaio) non ha aiutato gli affari degli esercenti. A soffrire particolarmente, secondo Da Rui, è stato il settore della pelletteria e del calzaturiero mentre a non risentire affatto della crisi è il settore dell’elettronica che, tra offerte strepitose e curiosità di proposte all’avanguardia, riesce sempre a mantenere inalterato l’interesse dei consumatori. Bene per gli operatori le iniziative messe in campo dal Comune per rendere attrattivo il centro storico. “Molto si può e si deve ancora fare – ha detto il presidente del Consorzio – ma è da qui che bisogna partire. Il consorzio è pronto a offrire la sua collaborazione”. Un commento lascia infine da Rui a www.emmelle.it sul giro di vite che l’amministrazione si propone di attuare sul problema del carico e scarico in centro storico dopo l’episodio del crollo del muretto del duomo. “Non si tratta di restringere le regole, l’importante è che siano rispettate rigorosamente. Questo non può andare a discapito del lavoro che va comunque tutelato”.

Leave a Comment