Cassa integrazione in deroga per i lavoratori della Novelli Legno

TERAMO – Si continua a ricorrere alla cassa integrazione per tamponare la situazione di crisi che si è abbattuta sui lavoratori della provincia di Teramo. Otto mesi di cassa integrazione in deroga per i 40 lavoratori della Novelli Legno, l’azienda di Colonnella in liquidazione. È quanto emerso dall’incontro tra azienda e sindacati tenutosi ieri, in Provincia, alla presenza degli assessori al Lavoro e alla Formazione Eva Guardiani e alle Attività produttive Ezio Vannucci. Era presente anche la Regione Abruzzo nella persona del dirigente del Servizio Politiche Attive del Lavoro Giuseppe Sciullo. Per i lavoratori dell’azienda si tratta di una boccata di ossigeno dopo che i sindacati, in apertura dell’incontro, avevano espresso forte preoccupazione per la totale assenza di prospettive, dal momento che lo scorso 17 gennaio è venuta a scadere la Cigs. La Regione, vista l’impossibilità di utilizzare gli strumenti di sospensione previsti dalla legislazione ordinaria, è intervenuta illustrando la possibilità di un eventuale ricorso ad un periodo di 35 settimane di cassa integrazione in deroga (8 mesi), secondo quanto previsto dall’accordo siglato dal Cicas, il comitato per le crisi aziendali, lo scorso 28 aprile. La Provincia, nelle persone degli assessori Guardiani e Vannucci, ha ribadito l’auspicio che queste misure possano “favorire l’avvio di un percorso finalizzato alla ripresa dell’attività ed il conseguente mantenimento dei livelli occupazionali” e si è impegnata a proseguire l’attività di verifica della situazione aziendale.

Leave a Comment