Eccellenza: dopo la bomba in campo, sconfitta a tavolino per l'Alba

TERAMO – Il giudice sportivo del comitato regionale Figc ha deliberato al vittoria a tavolino per il Martinsicuro in riferimento alla gara con l’Alba che terminò con il punteggio di 3-2 per gli albensi. Come si ricorderà al 41′, tifosi della Società Alba Adriatica facevano esplodere una bomba carta nei pressi della panchina del Martinsicuro, bomba che determinava un forte malore del proprio calciatore Lorenzo Piergallini, che si accasciava a terra, lamentando forti dolori alla testa,con disturbi all’udito e agli occhi,tanto che doveva intervenire l’autoambulanza che provvedeva a trasportarlo presso l’ospedale di San Benedetto del Tronto, dove il giocatore veniva ricoverato e dimesso solo il giorno successivo; successivamente alla sospensione, l’incontro riprendeva con il Martinsicuro costretto a giocare in dieci uomini, avendo già effettuato tre sostituzioni, ed al terzo minuto di recupero, dei quattro concessi dall’arbitro, il Martinsicuro in inferiorità numerica subiva la rete del definitivo 3 a 2 a favore dell’Alba Adriatica; il giudice esaminati gli atti ha deliberato di infliggere la punizione sportiva della perdita della gara in danno dell’Alba Adriatica con il seguente punteggio: Martinsicuro-Alba Adriatica 3-0. La nuova classifica:  San Nicolò 52; Mosciano 48;  Alba 41, Cologna Paese 38; Montesilvano 36; Guardiagrele 33; Francavilla 31; Castel di Sangro, Pineto, Rosetana 30; Montorio 27; Casalincontrada 26; Spal Lanciano 24;  Martinsicuro 23; Sporting Scalo, Angizia Luco 18; Morro d’Oro, Virtus Cupello 13. Casalincontrada, Castel di Sangro, Cologna Paese, Morro d’Oro, Sporting Scalo, Virtus Cupello una gara in meno.

Leave a Comment