LegaPro: ripescaggi in forse, Macalli insiste sulla linea dura

TERAMO- Il tema del blocco dei ripescaggi nei campionati professionistici a partire dalla stagione 2011-2012: se ne parla e se ne riparlerà ancora. Intanto dal consiglio federale della Figc è emerso che al blocco si sono dichiarati favorevoli sia Abodi per la Serie Bwin (che auspica una riduzione delle società iscritte da 22 a 20) che Macalli per la Lega Pro (particolarmente colpita quest’anno dalla crisi e pronta a scendere da 90 a 60 squadre suddivise in tre gironi). Il presidente della Figc Giancarlo Abete ha dichiarato, a conclusione dei lavori: “Le nuove norme di iscrizione ai campionati saranno particolarmente impegnative. Nel 2010-2011 abbiamo attivato per la prima volta il sistema delle licenze, che ha portato a punti di penalizzazione in tutte le categorie. Ora non si tratta di introdurre un vero e proprio blocco dei ripescaggi, è sufficiente non inserire nelle norme sull’iscrizione la copertura in caso di carenze di organico”. Il numero uno della Federcalcio ha spiegato: “Nei prossimi giorni il presidente della Lega Pro Mario Macalli convocherà nuovamente la commissione per la riforma dei campionati da lui presieduta con l’obiettivo di arrivare rapidamente a un progetto condiviso che riduca l’area professionistica e venga approvato dal consiglio federale entro la stagione in corso”. Insomma un pasticico all’orizzonte nel quale non si sa ancora se i playoff per esempio nella Lnd servano ancora a qualche cosa, oppure soltanto a spendere soldi.

Leave a Comment