Tortoreto, beffati dall'aggiornamento della toponomastica

TERAMO – Pur non avendo cambiato casa risultavano residenti in una via diversa. E’ accaduto a numerosi cittadini tortoretani ai quali, nel corso di alcuni controlli alla circolazione stradale da parte degli organi di polizia, i documenti personali e del veicolo non risultavano aggiornati a causa della nuova toponomastica stradale. Il Comune ha infatti in alcuni casi proceduto ad attribuire una nuova nomenclatura delle strade o a forninire una nuova numerazione civica, specie nelle frazioni, che prima ne erano prive. Per ovviare all’inconveniente il Comune di Tortoreto ha diffuso una nota nella quale invita i cittadini che hanno ricevuto una nuova assegnazione a recarsi presso gli uffici dell’anagrafe (alla delegazione del Lido o nella sede principale del centro storico) e richiedere il certificato di residenza “con l’ultima variazione di indirizzo” La rivisitazione della toponomastica in atto ha infatti portato, a denominare molte strade e vie su tutto il territorio ma sui documenti di guida e di circolazione spesso è riportato soltanto il nome della contrada senza l’indirizzo. Un “incidente” che però è costato a molti cittadini incorsi nei controlli e ai quali sono state applicate sanzioni amministrative. Un problema del quale è stato investito anche il ministero dell’Interno che sul quesito posto così ha risposto: “nel caso di mutamento di toponomastica o della numerazione civica poiché non vi è alcuna variazione del luogo ove dimora abitualmente il cittadino, non viene attivata alcuna procedura anagrafica sicchè all’interessato verrà rilasciato un certificato di residenza in esenzione da bollo da accludere alla patente, procedendo alla trascrizione sul documento nell’ipotesi di duplicato. Pertanto si è dell’avviso che analoga procedura debba trovare applicazione anche in materia di carta di circolazione”.

Leave a Comment