Il saluto commosso a Giorgio Marcellini

CIVITELLA – Santa Maria dei Lumi stracolma, gente comossa, gente frastornata, gente affranta. L’ultimo saluto al dottor Giorgio Marcellini è stato di quelli degni a chi su questa terra ha fatto tanto per gli altri. In tantissimi hanno voluto esserci, tributare a lui il ringraziamento per una vita dedicata a dare, ad essere vicino a chi aveva bisogno di lui, ed esservicini alla moglie Sandra, al figlio Orlando, alla sorella Rossella e alla mamma Italia. C’era Civitella, ma c’era anche Teramo, c’era la sua Val Vibrata, dove aveva lavorato a lungo e messo su un reparto, quella do Riabilitazione Cardiologica, che molto dà alla sanità provinciale. Era commosso anche don Lorenzo, il guardiano del Santuario della Madonna dei Lumi, amico personale di Giorgio Marcellini, che ha officiato la funzione religiosa e ha sottolineato il dolore per la scomparsa dell’«amico di tutti». C’erano anche i suoi colleghi e soprattutto il suo ex primario, Iacovoni, che ha voluto prendere la parola per ringraziarlo a nome di tutti per quanto nella sua vita ha dato alla professione e ai suoi pazienti. Tante le presenze di partecipazione al lutto, dal sindaco di Civitella, Gaetano Luca Ronchi, a figure istituzionali presenti a livello personale, i dipendenti dei reparti di Teramo e Sant’Omero, oltre alla bandiera del Liceo classico Melchiorre Delfico listata a lutto. Al termine della cerimonia la salma è stata tumulata nel cimitero di Civitella del Tronto.

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment