Rifiuti: "Quale modello di gestione"

TERAMO – “Quale programmazione nei rifuti sul territorio?” Se lo domanda il segretario provinciale del Pd, Roberto Verrocchio, intervenuto in una nota per parlare di “deriva ambientale” e stigmatizzare le “contraddizioni” del centrodestra. “Il neo assessore Di Dalmazio – si legge in una nota diffusa da Verrocchio – dichiara che dobbiamo ridurre la produzione di rifiuti indifferenziati, ma dimentica che nel frattempo la sua stessa giunta regionale ha avviato un percorso modifica della legge sui rifiuti che produrrebbe, come unico risultato, la realizzazione di un inceneritore a Teramo”. “Ambigue” per il segretario del Pd anche le dichiarazioni rese sui rifiuti dal presidente della Provincia, Valter Catarra e dal sindaco di Tortoreto, Generoso Monti. “Entrambi in campagna elettorale hanno posto tra i punti programmatici l’assoluta contrarietà alla realizzazione di discariche sui loro territori – dichiara Verroccchio – oggi invece sbandierano la necessità di una loro apertura. Non pensano di aver preso in giro i cittadini?”. Per il segretario del Pd l’Abruzzo deve cogliere le sfide della green economy e incentivare i distretti industriali del riciclo. “Dopo le vicende giudiziarie tutti tacciono – conclude Verrocchio – nel frattempo, in questa confusione, privati imprenditori legittimamente avanzano istanze per la realizzazione di inceneritori nella zona della Vibrata. Gianni Chiodi, Valter Catarra e i sindaci di centrodestra del nostro territorio dicano chiaramente a quale modello di gestione dei rifiuti pensano”.

Leave a Comment