La Finanza sequestra un immobile e scopre 36 cani segregati

MARTINSICURO – Un immobile su tre livelli, del valore di 1,2 milioni di euro, è stato sequestrato questa mattina a Martinsicuro dagli agenti della Guardia di finanza del nucleo di polizia giudiziaria del tribunale di Teramo e della compagnia di Giulianova. Il provvedimento è stato firmato dal gip del tribunale di Teramo nell’ambito di un’inchiesta che coinvolge un imprenditore marchigiano di 60 anni che le fiamme gialle ritengono titolare di fatto dell’immobile, intestato fittiziamente ad una società appositamente creata per eludere i creditori: l’uomo è stato infatti indagato per bancarotta fraudolenta aggravata. All’interno dell’immobile operavano una serie di aziende, alcune gestite da imprenditori italiani, altre da cittadini cinesi: in una di queste in particolare sono state rinvenute quasi 700 borse con marchi contraffatti di grandi firme della moda, oltre a migliaia di metri di pellame pronte per essere lavorate e confezionate. Sempre nell’area dell’immobile posto sotto sequestro, i finanzieri hanno scooperto la presenza di 36 cani rinchiusi in un’angusta pertinenza. Gli animali sono stati presi in consegna e affidati al canile comunale di Alba Adriatica, grazie anche all’intervento del personale della Asl di Teramo. Secondo quanto accertato, i cani sono di proprietà dell’imprenditore indagato.

 

Leave a Comment