Un falso allarme testa il piano antirapina

TERAMO – Poliziotti e carabinieri protagonisti involontari di una… esercitazione anti rapina questa mattina a Teramo, nel cuore della città. E’ successo poco prima delle 9 quando all’Unicredit di piazza Garibaldi è scattato l’allarme rapina. Sul posto sono intervenuti in un baleno auto della questura e dei carabinieri, con tanto di armi e giubbotti antiproiettile. La scena ha ovviamente destato qualche preoccupazione nei presenti, tanti, e gli automobilisti che transitavano nel cuore del traffico cittadino in quel momento. Ancor più preoccupati sono sembrati i passanti per il fatto che non avessero cognizione di quanto stesse accadendo, del perchè di quello spiegamento di forze. Per fortuna, l’intervento non è stato cruento e, soprattutto, è stato inutile perchè una rapina non c’era o non c’era stata. Al contrario, è stato molto utile perchè, inconsapevolmente, è stato possibile saggiare i tempi di reazione e il piano di prevenzione e controllo nei punti sensibili della città e degli obiettivi delicati come le banche. Al di là della facile battuta sulla vicinanza della questura, che dista qualche centinaio di metri, c’è da sottoineare come il pronto intervento ha potuto tranquillizzare i cittadini: forse vista la tempestività. stavolta una rapina sarebbe stata sventata.

 

 

 

 

 

Leave a Comment