Società sportive al collasso, il sindaco schiera gli imprenditori

TERAMO – Oltre 200 sono gli imprenditori invitati dal sindaco Maurizio Brucchi a prendere parte ad un incontro, aperto a tutti, convocato per trovare fondi utili a sostenere le tante società sportive che non potranno più ricevere aiuti dal Comune a causa della “Legge di Stabilità”. Una iniziativa con la quale il sindaco Maurizio Brucchi, ha deciso di raccogliere l’allarme che sale tra quanti, cittadini e dirigenti, hanno deciso di mettere il proprio tempo, la propria passione e il proprio denaro al servizio dello sport. L’incontro si terrà il 7 marzo al Parco della Scienza. “Come è noto, la Legge di Stabilità non consentirà più al Comune di partecipare economicamente, con contributi diretti, alle attività delle società sportive di primissimo livello che operano nel nostro territorio, ma è fin troppo intuibile quanto, il loro ruolo, sia per noi insostituibile – commenta il sindaco -. Sarebbe un grave errore fermarci a considerare quelle Società solo per la loro più evidente manifestazione, ovvero per le “prime squadre” che militano nei maggiori campionati, tralasciando il fondamentale ruolo sociale che invece svolgono coi loro vivai, avviando allo sport intere generazioni di ragazzi. I nostri figli. I teramani di domani. Aiutare lo sport teramano di massima serie, dunque, significa proprio questo: offrire ai nostri figli la possibilità di coltivare passioni e sogni e, soprattutto, contribuire al miglioramento di quella condizione fisica generale che, è noto, rende la vita migliore. E’ il momento di scendere in campo, tutti insieme”.

Leave a Comment