Il Teramo spera a Pescina di cambiare passo

TERAMO – Il giorno dopo la decisione dell’Alta Corte del Coni di ribaltare il risultato della gara Agnonese-Rimini polemico il commento del presidente del Rimini Biagio Amati, che parla di «regole della serie D messe in discussione: con questa decisione il Coni ha delegittimato in maniera clamorosa i regolamenti della Figc». La nuova classifica. Santarcangelo e Teramo 58, Rimini* 54, Jesina* e Forlì* 48, Santegidiese* 47, Renato Curi Angolana 46, Real Rimini 45, Atletico Trivento 43, Civitanovese* 42, Samb 40, Recanatese** e Luco Canistro 38, Atessa Val di Sangro 37, Olympia Agnonese** 34, Venafro 32, Miglianico 29, Fossombrone* e Cesenatico* 22, Bojano* 9. * Una partita in meno, ** due partite in meno. Santegidiese penalizzata di 1 punto. Le gare di domenica. Rimini – Renato Curi Angolana (Federico Fanton di Lodi), Venafro – Bojano (Alessandro Martelli di Lanciano), Luco Canistro – Santarcangelo (Ivano Pietro Campo di Trapani), Sambenedettese – Jesina (Gianni Bichisecchi di Livorno), Forlì – Olympia Agnonese (Riccardo Chirigu di Carbonia), Cesenatico – Recanatese (Antonello Mangino di Tivoli), Teramo – Miglianico (Paolo Marchesini di Legnago), Atessa Val di Sangro – Santegidiese (Fabio Ghellere di Parma), B.Fossombrone – Real Rimini (Francesco Guccini di Albano Laziale), Civitanovese – Atletico Trivento (Giuseppe De Filippis di Vasto).

Leave a Comment