L'Idv scatena la polemica sui doppi incarichi

TERAMO – Costi della politica e doppi incarichi: il consigliere provinciale dell’Idv Riccardo Mercante fa i conti in tasca agli amministratori locali. E fa anche nomi e cognomi eccellenti. Esisterebbero, secondo Mercante, che  basa il suo ragionamento sul decreto legge n 78 del 31 maggio 2010, convertito in legge (la 122 del 30 luglio 2010), delle incompatibilità abbastanza evidenti per quanto riguarda le funzioni amministrative e gli incarichi in enti pubblici di molti consiglieri comunali e provinciali. La legge, in sostanza, sancisce che i titolari di cariche elettive, in caso di un doppio incarico anche all’interno di organi collegiali di qualsiasi tipo, possono ricevere solo un rimborso spese e gli eventuali gettoni di presenza non possono superare l’importo di 30 euro a seduta. “Il problema – afferma Mercante – è bipartisan, nel senso che riguarda sia il centrodestra che il centrosinistra. Sarà per questo che nessuno ne parla. Sicuramente la legge lascia spazio a diverse interpretazioni, la nostra, sostenuta da illustri avvocati, è che, attualmente, c’è ancora chi riveste un doppio incarico percependo doppi compensi, e, quindi, va contro la legge. A pagarne le spese potrebbe essere l’amministrazione di riferimento, dove, addirittura, potrebbe arrivare a configurarsi  un danno erariale quindi l’Ente è tenuto a chiedere indietro ad assessori e consiglieri i soldi percepiti dal 31 maggio ad oggi”.  Ecco l’elenco dei politici che avrebbero dei conflitti di interesse: si inizia dai consiglieri provinciali dove  il caso più eclatante è quello di Raimondo Micheli, Presidente della Team e consigliere (e capogruppo) provinciale del Pdl. Ci sono poi Diego Di Bonaventura, che è anche assessore a Notaresco, Davide Calcedonio di Giacinto che è anche consigliere comunale di Atri, Enzo Frattari (Pd), che è anche assessore a Roseto, Flaviano Montebello (Pdl) che è nel Cda dell’Arpa, Nicola Di Marco, che è anche nel Cda della Fira. Problemi analoghi anche al Comune di Teramo: Il capogruppo del Pdl Giacomo Agostinelli è anche vicepresidente della Fira, il consigliere del Pd Alberto Melarangelo è anche presidente del Braga, senza dimenticare Mauro Di Dalmazio, consigliere del Pdl ma anche assessore regionale. Mercante presenterà quindi un’interrogazione al Presidente della Provincia, Valter Catarra, chiedendo di sapere se è al corrente della norma e se ha intenzione di darne attuazione, ricordando anche il possibile danno erariale.

Leave a Comment