Giro d'Italia, città blindata e vietata alle auto

TERAMO – Arriva il Giro d’Italia a Teramo e la città si prepara. Lo fa il Comune con un dispiegamento di forze e strutture, con un notevole esborso di denaro (50mila euro alla Rcs per l’assegnazione della tappa – altre 50mila sono della Provincia – e 20mila circa di spese per attrezzature e logistica), lo faranno i cittadini perchè saranno chiamati a un sacrificio di almeno 48 ore per limitazioni alla libera circolazione. La data fatidica è il 17 maggio, ma già dal giorno prima cominceranno i preparativi di stretta logistica. Ecco nel dettaglio cosa accadrà, anticipando che il Quartier Tappa (dove sono concentrati giornalisti, addetti ai lavori, marketing, logistica, organizzazione e direzione corsa) sarà al Parco della Scienza, l’Open Village (con stand degli sponsor e il palco concerto di Radio 105) a Piazza Martiri della Libertà, l’arrivo davanti alla scuola Noè Lucidi."La
Scuole chiuse. Il 17 maggio non andranno a scuola gli alunni delle Scuole elementari Noè Lucidi, Carlo D’Alessandro e i piccoli delle scuole dell’infanzio statale e comunale di via Del Baluardo. Dalle 13 dello stesso giorno, dopo il pranzo, chiuderanno: l’asilo nido Pinocchio, le scuole dell’infanzia Miss Gioia, L’Aquilone, Via Tevere e la scuola elementare De Iacobis.
Strade chiuse. Sarà impossibile circolare, il 17 maggio, nelle seguenti strade, chiuse al traffico:
dalle 6 aller 23: viale Crispi da circonvallazione Ragusa a Porta Reale, viale Madre Teresa di Calcutta, Piazza Madonna delle Grazie, Circonvallazione Ragusa da piazzale San Francesco a viale Crispi, vico del Canto, via Porta Carrese, via del Baluardo, via Vincenzo Irelli da via Paris a via San Berardo, via San Berardo, Piazza Martiri della Libertà, corso San Giorgio, Piazza Martiri Pennesi;
dalle 14 alle 23: viale Crispi da via Fonte della Regina a circonvallazione Ragusa (Ponte San Ferdinando), via De Albentiis fino a via Orto Agrario, Circonvallazione Spalato da Piazza delle Libertà (Porta Reale) a Piazza Del Carmine, via Savini da Circonvallazione Spalato a via Cirillo/Piazza del Carmine, via Cesare Beccaria;
dalle 15.30 alle 19: viale Crispi da viale Europa a via Fonte della Regina.
Sosta vietata. Sarà vietato, con rimozione forzata, la sosta nelle seguenti strade:
dalle 6 del 16 maggio alle 23 del 17 maggio: piazza delle Libertà (Porta Reale), viale Madre Teresa di Calcutta, Piazza Madonna delle Grazie, via Cesare Beccaria e Largo Giardini F. Manetta, Circonvallazione Ragusa da piazzale San Francesco a viale Crispi, corso de Michetti, corso Cerulli, piazza Orsini, via del Vescovado, via Vincenzo Irelli da via Paris e via San Berardo, via San Berardo, Piazza Martiri Pennesi, corso San Giorgio, Piazza Martiri della Libertà, via Oberdan;
dalle 14 del 16 maggio alle 23 del 17 maggio: viale Crispi, via Acquaviva, via De Albentiis fino a via Orto Agrario, via Fonte della Regina, Circonvallazione Spalato da piazza delle Libertà (Porta Reale) a Piazza del Carmine, via Savini, da Circonvallazione Spalato a via Cirillo/Piazza del Carmine, via Fonte della Noce.
Gli orari della corsa rosa. La tappa del 17 maggio parte da Termoli e arriva a Teramo, con traguardo fissato davanti alla scuola Noè Lucidi. Se i corridori terranno una media tra i 40 e i 44 chilometri orari, l’arrivo è previsto tra le 17:06 e le 17:28. Il percorso interesserà anche la statale Adriatica e poi la statale 80: da Silvi (ore 16-16.15), Pineto (16:12-16:28), Roseto (16:23-16:40), Giulianova Lido (16:34-16:52), San Nicolò a Tordino (16:56-17:16).
La carovana del Giro. Imponente come al solito il movimento di uomini e mezzi al seguito del Giro d’Italia. Saranno infatti 20 i tir dell’organizzazione, 70 le ammiraglie, 22 i bus dei team, 130 le auto dell’organizzazione, 4 trans-tir per l’allestimento dell’Open Village di piazza Martiri. Al Parco della Scienza, dove sarà sistemato il Quartier Tappa saranno allestite 20 postazioni della Direzione corsa, 12 della Redazione della Gazzetta, 150 di salat stampa, 100 di sala conferenze, tv e fotografi, 150 per il marketing, logistica e giuria. L’Opne Village di piazza Martiri ospiterà 24 stand promozionali degli sponsor del Giro.
I disagi. L’assessore comunale al traffico, Giorgio Di Giovangiacomo, ha chiesto da adesso «pazienza ai cittadini ma anche a chi lavora negli enti e negli uffici privati delle zone interessate alla chiusura al traffico e ai diveiti di sosta. Li invitiamo soprattutto a muoversi in autobus o in bicicletta».

 

 

 

Leave a Comment