Aperto al traffico il guado provvisorio sul Salinello

TERAMO – Da questa mattina è transitabile il guado sul Salinello, a 100 metri dal ponte inagibile dall’alluvione del primo marzo, in località Floriano-Villa Ricci fra i comuni di Sant’Omero e Campli. L’attraversamento si trova proprio all’interno della zona artigianale e ricollega quell’area della Vibrata al capoluogo oltre a servire un’ importante zona artigianale. Si tratta di un guado provvisorio: un monolite in cemento che è stato posizionato nel letto del fiume ma che consentirà il regolare deflusso delle acque. Si trova a 100 metri dal ponte inagibile, in località Floriano-Villa Ricci e si potrà attraversare a senso unico alternato mentre le vie d’accesso saranno percorribili nei due sensi di marcia. La struttura è illuminata con fari alimentati con pannelli fotovoltaici installati sul monolite. Il guado sarà continuamente monitorato e in caso di allarme meteo sarà chiuso. L’opera è costata alla Provincia circa 80 mila euro ed è stata realizzato dalla ditta Costram. Subito dopo, con il sindaco di Tortoreto, Generoso Monti, è stato riaperto il ponte sulla provinciale 10 a Villa Maggi fra Tortoreto e Mosciano. Riaperta la provinciale 53 che da Ripe di Civitella conduce a San Giacomo, la strada era sprofondata in più punti, in alcuni tratti era franata a valle di oltre 50 metri.“Abbiamo fatto un grande sforzo, utilizzando unicamente le nostre risorse, per alleggerire i tanti disagi subiti dalla popolazione – ha commentato Romandini – abbiamo pensato anche ai turisti che arrivano per le vacanze pasquali e ai tanti teramani che vivono fuori e tornano a casa in questi giorni di festa. Tanto lavoro, tempi brevissimi e un ringraziamento va a tutto il settore tecnico che dall’alluvione in poi si è speso senza riguardi.

 

Leave a Comment