Virtù, diventano un marchio brevettato

TERAMO – Le virtù teramane diventano un marchio brevettato gazie alla pubblicazione di un vero e prorpio disciplinare entrato a far parte dell’Atlante dei prodotti tradizionali. Il disciplinare è stato redatto da un comitato a difesa delle "Virtù teramane" che si è costituito a febbraio ed è composto da undici persone, per lo più ristoratori ma anche storici e antropologi, che a vario titolo e con diverse esperienze hanno dato il loro contributo alla pubblicazione del disciplinare. A introdurre il piatto casalingo nella ristorazione è stato Elio Pompa, attivo e lucidissimo ultranovantenne che ha scritto la storia della ristorazione teramana e che fa parte del comitato promotore sulla valorizzazione delle virtù teramane. Nell’ambito di questa iniziativa, i ritornati aderenti proporranno le Virtù non solo il primo maggio, ma tutti i fine settimana successivi su ordinazione. Questo l’elenco dei locali abbinati al disciplinare:

La Cantina di Porta Romana

Ristorante Duomo

Capolinea

Da Catia

Antico cantinone

I carati di Bacco

Il Fortino

Ristorante pizzeria Italia

Zunica 1880

Ristorante 3 Archi

La Stazione

Borgo Spoltino

Accipicchia

La Buca dei Sapori

New Galadhrim

Da Mauro

Fattoria Fabiocchi

Ristorante i Tigli

Corte dei Tini

Ristorante Chez Roberto

Villa Nerina

Cibaria

 

Leave a Comment