Di Marzio riconfermato alla guida della cooperativa artigiana

TERAMO – Con un patrimonio di circa 7 milioni di euro ed una liquidità di quasi 6 milioni di euro i soci della Cooperativa artigiana di garanzia “Città di Teramo e Provincia” nel corso dell’assemblea annuale hanno approvato ieri il bilancio 2010 e rinnovato le cariche sociali. “Bisogna fare politica concreta nei confronti dell’artigianato e della piccola e media impresa”, ha dichiarato il presidente della cooperativa Luciano Di Marzio nel suo discorso introduttivo. Al governo e alla Regione Abruzzo Di Marzio ha chiesto meno burocrazia, semplificazione amministrativa e interventi con risorse adeguate per l’innovazione, il marketing, il credito e il turismo. Nel corso dell’assemblea la cooperativa ha reso noto che nonostante la progressiva riduzione dei contributi regionali, continuerà ad erogare finanziamenti fino a 15 mila euro a tasso zero per aiutare i giovani che decideranno di intraprendere un’attività imprenditoriale. L’assemblea all’unanimità ha proceduto poi con l’elezione del Cda che ha riconfermato i componenti uscenti: Luciano Di Marzio (presidente), Aldo La Barbera (vice-presidente), Massimo Malatesta, Benito Melchiorre e Marco Calabrese. Presidente del collegio Sindacale è stato rieletto Lorenzo Tulli. Sindaci effettivi sono Dario D’Eugenio e Augusto Valchera mentre i sindaci supplenti sono Sergio Fabiocchi e Giuliano Boffi .Il collegio dei probiviri è composto da Mauro Cimbalo (presidente), Aldo Di Felice e Manente Giuseppina (componenti effettivi) e Rocco Forcellese e Clemente Calabrese (supplenti).

Leave a Comment