BancaTercas, contro Caserta si gioca la salvezza

TERAMO – E’ la partita della salvezza domani al Palascapriano per la BancaTercas Teramo schierata in campo alle 20,30 contro la Pepsi Caserta per strappare due punti fondamentali per la classifica. Battere i campani, ancora in corsa per i playoff, significherebbe conquistare il penultimo posto, evitando così la retrocessione diretta. Una sfida senza domani per Lulli e soci che chiamano a raccolta il pubblico teramano invitato a riempie il palazzetto vestito con i colori sociali del club. La squadra di coach Stefano Sacripanti, neretese di nascita, è reduce dalla sconfitta interna con Milano (74-85). I campani sono all’11° posto della classifica con 24 punti all’attivo frutto di 12 vittorie e 16 sconfitte e ancora in corsa per un posto nei playoff. Ramagli ha ribadito con decisione che Caserta non prenderà l’impegno sottogamba e che vorrà giocarsi ancora le chance playoff. “Siamo alla stretta finale del campionato – ha dichiarato Ramagli – e il percorso che abbiamo fatto fino ad oggi deve essere completato raggiungendo una vittoria che ci garantirebbe, almeno, il penultimo posto. Ci eravano prefissi – continua Ramagli –  di giocare l’ultima partita ancora con un obiettivo da raggiungere e così sarà. Dovremo giocare la nostra pallacanestro fatta di solidità, sicuri che anche per l’ultima in casa, potremo contare sul sostegno ed il calore del nostro pubblico”. Per la gara BancaTercas Teramo – Pepsi Caserta sono designati i seguenti arbitri: Tolga Sahin di Messina, Mauro Pozzana di Udine e Massimiliano Duranti di Pisa.

Leave a Comment