Manutenzioni: soldi alle scuole, ma per gli asfalti c'è da aspettare

TERAMO – Buone notizie in arrivo per il capitolo delle manutenzioni scolastiche del Comune: il governatore Gianni Chiodi, in qualità di commissario alla ricostruzione ha deliberato lo stanziamento di 910 milioni di euro che varranno distribuiti per gli interventi di messa in sicurezza di alcuni plessi teramani. Lo ha reso noto l’assessore alle Manutenzioni Rudy Di Stefano, che ha precisato come le somme, siano state già largamente anticipate dall’ente per consentire la frequenza scolastica agli studenti. L’arrivo di questi fondi suona dunque come una boccata d’ossigeno che permetterà all’assessorato di ultimare i lavori ed eventualmente avviarne altri. Questa la ripartizione delle cifre: 210 mila euro alla scuola elementare Febbo di San Nicolò a Tordino, 280 mila euro per la Risorgimento, 210mila euro per la scuola di via Diaz, e ulteriori 210 mila euro per la scuola di via Tevere. Di Stefano ha inoltre reso noto che sono in fase di conclusione i lavori di Villa Rupo consistenti nella ripavimentazione del manto stradale danneggiato, nella sistemazione della canalizzazione delle acque e nel potenziamento della pubblica illuminazione. Restano invece vincolati all’approvazione del bilancio i fondi i nuovi asfalti i cui lavori dovrebbero prendere il via in estate lungo le principali arterie cittadine.

Leave a Comment