Non si trova l'escursionista teramano

TERAMO – Sono riprese questa mattina all’alba le ricerche di A.R., il pensionato di 65 anni, nativo di Valle Castellana e residente a Pineto, uscito nella mattina di domenica per cercare funghi. I soccorsi sono scattati nel pomeriggio alle 17, dopo che l’anziano non aveva fatto ritorno alla propria auto lasciato tra Valle Castellana e Morrice e non essendo raggiungibile per telefono. Sul posto anche la squadra di Teramo del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. Sul campo è in azione un vero e proprio spiegamento di forze, con 15 tecnici di Soccorso Alpino del CNSAS, 9 agenti della Finanza, 5 agenti della Forestale e 5 Vigili del Fuoco e 4 unità cinofile, – una del CNSAS, due dei Vigili del Fuoco e una della Guardia di Finanza – e la zona è stata perlustrata dall’alto da un elicottero dei vigili del fuoco, uno della Polizia di Stato e uno della Forestale. Nel pomeriggio di ieri, la Squadra Forre del Corpo Nazionale di soccorso alpino è entrata in acqua del Torrente Castellano, al confine tra l’Abruzzo e le Marche. L’elicottero AB 412 del Corpo Forestale dello Stato, Centro Operativo Aereo di Pescara, equipaggiato con termocamera Geo Unichieti ha eseguito ampie perlustrazioni purtroppo senza esito. Sulle pareti della gola le squadre di soccorso alpino hanno effettuando calate in corda. Nella zona è stato allestito un campo avanzato in cui il Coordinatore Operazioni di Ricerca (COR) del CNSAS pianifica i dettagli operativi con tutte le forze in campo e il medico del CNSAS. Il terreno su cui si muovono le squadre di soccorso è molto impervio, coperto da una fitta vegetazione e reso insidioso dalle piogge che hanno interessato la zona.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment