Basket, la rabbia dei veneziani intasa emmelle.it

TERAMO – Appena si è sparsa attraverso il nostro sito la notizia del pagamento della wild card da parte del Teramo Basket per la permanenza in Serie A1, si è scatenata la rabbia dei tifosi veneziani, sostenitori della Reyer Venezia che è una delle due formazioni di LegaDue che devono giocare la finale play-off e che dovrebbe incassare i 500.000 euro. Messaggi di protesta hanno intasato il nostro sito, a commento della notizia dell’accordo con Laganà. Non è la prima volta che accade. Già alla notizia dell’adesione della società del presidente Antonetti all’utilizzo della wild card, si era fatto sentire il coro di disapprovazione, che non teneva conto che la possibilità che quest’anno offriva il regolamento era stato approvato anche dalle società di LegaDue. La nostra redazione accoglie il civile diritto di ognuno dei navigatori del sito di poter esprimere il proprio parere, ma sta lavorando con impegno per eliminare qualsiasi commento incivile e offensivo, in particolare della altrui organizzazione e sostanza ecvonomica. Non esistono società migliori o peggiori a questo livello, tantomeno dirigenti bravi o asini, questa o quella società più meritevole di altre. Una valutazione sorge spontanea: la Reyer deve ancora giocare la finale contro Casale Monferrato. A giudicare dai commenti e dalle polemiche inscenate dalla società e dai tifosi, sembrerebbe che sappiano già di perdere. Bello sarebbe impegnarsi e battere l’avversario, per poter domani incontrare la Bancatercas sul campo e lì, e soltanto lì, dimostrare tutto il meglio di se stessi.

 

 

Leave a Comment