Teramo basket, pagata la wild card per la Serie A

TERAMO – Il sereno dopo la tempesta. Ricucito lo strappo, Laganà è rientrato, ha incontrato Antonetti e poco fa l’operazione wild card è stata compiuta: la Lega ha ricevuto via bonifico della Bancatercas, 600mila euro con la garanzia anche di Alessandro Laganà. L’incontro si è conclusio da poco, era iniziato poco prima delle 15 in un tentativo in extremis di salvare la baracca. Fin qui l’attualità e la cronaca di quanto avvenuto. Adesso, onorata la wild card che permette al Teramo Basket di mantenere la Serie A1, bisognerà passare ai fatti della firma sugli accordi per il passaggio di consegne in società. Gli accordi, infatti, saranno perfezionati lunedì, come ha anche confermato Antonetti fuori dell’istituto di credito e successivamente in televisione. Secondo gli accordi Laganà dovrebbe diventare presidente della società e un ruolo di primo piano dovrebbe restare anche a Carlo Antonetti. Dunque il futuro è salvo: in appena 6 ore si è passati dal pessimismo alla soluzione rosea che tutti aspettavano da giorni, con buona pace di tutti. «Abbiamo adempiuto a quello che andava fatto, Teramo avrà ancora la serie A – ha commentato Carlo Antonetti all’uscita dell’istituto di credito -. La trattativa è a buon punto ma sarà perfezionata nei prossimi giorni. Ringrazio i miei amici e soci, Antonio Biancacci e Lino Pellecchia per il risultato che insieme abbiamo raggiunto. Ho trascorso giorni e notti insonni ma sono felice che Teramo sia riuscita a conservare la serie A. E’ nato un importante lavoro di sinergia, con un imprenditore importante che ha mostrato interesse per questa realtà sportiva». A chi gli chiede se ci sono altri imprenditori con lui nell’operazione, Laganà ha detto di «essere da solo in questa impresa», ma di essere pronto ad accogliere altre persone interessate.

Leave a Comment