Il Terzo Polo s'accorda col centro-sinistra: "In Abruzzo si volta pagina"

TERAMO – Si è svolto nel pomeriggio l’incontro tra i gruppi consiliari di opposizione di centrosinistra e del Nuovo Polo per l’Abruzzo. Erano presenti per il Terzo Polo Milano (Api), Rabuffo (Fli), Menna (UDC). Dopo un’ampia discussione i gruppi consiliari hanno inteso condividere un percorso di lavoro comune sui seguenti punti: terremoto, lavoro, sanità, sociale, emergenza rifiuti. Sulla sanità in particolare i gruppi del Nuovo polo per l’Abruzzo hanno condiviso la proposta di lavorare da subito insieme alla definizione di linee guide per un nuovo piano sanitario regionale, ristabilendo "la normalità democratica e la fine della logica del commissariamento in Abruzzo". Menna ha dichiarato che: "Si inizia con oggi un lavoro di incontro e di confronto, vogliamo creare una vera alternativa, ma con le proposte. Altro discorso sono le alleanze, tutte da verificare, ma ciò non esclude un lavoro comune da subito", mentre Rabuffo ha spiegato che: "Quello che succede oggi non è casuale, si va verso un chiarimento, cioè la possibilità di convergere in una visione comune sulle emergenze della nostra regione. Propongo una sorta di canovaccio, calendarizzazione dei lavori ed incontri periodici sui temi". Dal canto suo Milano: "La storia ci spinge verso il dovere di dare speranza. L’agenda Abruzzo iniziamo a scriverla noi, così faremo uscire la Regione da una condizione di emergenza permanente". Il terzo polo in sintesi auspica che il filo conduttore della piattaforma di intesa che si sta costruendo sia fondata sulla definizione di interventi che riguardano gli ultimi, coloro che stanno rimanendo drammaticamente indietro: il popolo degli invisibili dell’Abruzzo. Soddisfatti dell’iniziativa i capigruppo Costantini "E’ iniziata una nuova fase" e D’Alessandro."In Abruzzo si volta pagina".

 

Leave a Comment