Ospedale di Atri, sulla chiusura dell'Utic il Tar dà ragione alla Asl

TERAMO – Il Tar dell’Aquila ha respinto l’istanza di sospensiva avanzata dal Comune di Pineto per impedire la chiusura dell’Utic dell’ospedale di Atri, Il provvedimento era stato assunto nel riassetto organizzativo della As di Teramo. Tra i provvedimenti che la decisione del Tar mantiene in essere c’è anche quello della clinicizzazione di Cardiologia dell’ospedale San Liberatore di Atri. “Siamo molto soddisfatti del risultato che intanto abbiamo ottenuto – ha dichiarato il direttore generale della Asl di Teramo, Giustino Varrassi-. “E’ sempre più chiaro che le nostre decisioni non sono certo volte a penalizzare strutture e parte della popolazione teramana. Al contrario, come evidentemente il Tribunale Amministrativo Regionale mostra di interpretare, i nostri programmi, peraltro trasparenti, vanno proprio nell’ottica del miglioramento dei servizi”. A nome della Asl il direttore generale si compiace inoltre con l’avvocato teramano Massimo Speca, che segue la vicenda, perché ha saputo assicurare all’azienda un significativo obiettivo per la tutela della salute comune. La decisione del Tar che respinge l’istanza di sospensiva è stata assunta nella Camera di Consiglio di martedì, 22 giugno scorso.

Leave a Comment