Aree edificabili, il Comune emana il bando per la retrocessione

TERAMO – A partire dal 18 luglio il Comune di Teramo emanerà il bando per la retrocessione dei terreni edificabili. Si tratta, come spiegato dal sindaco in conferenza stampa, di una variante al piano regolatore che consentirà ai proprietari di quei terreni che sono classificati come ‘edificabili’ ma che tecnicamente non lo sono, di ottenere una retrocessione ed evitare così di pagare salatamene l’imposta dell’Ici. Il bando, che verrà pubblicato sul sito dell’ente, consentirà anche di sanare situazioni di cui non si aveva contezza nel Prg, e permetterà inoltre al Comune di cambiare la destinazione d’uso e di valorizzare i suoi immobili. Dopo la pubblicazione del bando, i cittadini intenzionati alla retrocessione delle aree, hanno a disposizione 45 giorni per presentare la richiesta agli iffici del iV Settore (Urbanistica e pianificazione territoriale). Terminata questa fase, e le valutazioni tecniche degli uffici, sarà pubblicato un secondo bando per la riassegnazione delle aree edificabili a quanti intendono farne richiesta, in modo da non sbilanciare le volumetrie a disposizione. Il sindaco, d’intesa con l’architetto Stefano Mariotti, ha annunciato che il procedimento dovrebbe concludersi nel giro di 6 mesi.

Leave a Comment