Sogesa, accordo con i sindacati sulla cassa integrazione

TERAMO – E’ stato sottoscritto oggi in Provincia l’accordo tra Sogesa e sindacati per il proseguimento della cassa integrazione per 62 lavoratori per 13 settimane mentre il nuovo CdA, rappresentato dal presidente Diego De Carolis ha fornito rassicurazioni sulle questioni più immediate riguardanti il resto del personale: pagamento della quattordicesima e stipendio di luglio. “E’ iniziato un percorso nuovo – ha dichiarato il presidente della Provincia, Valter Catarra, l’accordo di oggi è la testimonianza di un clima diverso. Intravedo con un po’ di ottimismo e la possibilità per il Cirsu di spiccare il volo verso una nuova storia”. All’incontro di oggi hanno preso parte anche i rappresentanti istituzionali dei Comuni soci del Consorzio per lo smaltimento rifiuti. La riunione è stata seguita anche dall’assessore provinciale all’Ambiente, Francesco Marconi. Andrea Ziruolo, presidente di Cirsu, nel ripercorrere la storia di questi ultimi mesi, si è invece soffermato sulle questioni di prospettiva del Consorzio: “Andremo a realizzare una discarica provinciale a supporto del polo tecnologico e mi auguro di poter iniziare i lavori prima di settembre. Abbiamo un piano industriale e abbiamo raggiunto un accordo transattivo con Aia, il socio privato, per la sua liquidazione mentre la Regione ci consentirà di attivare in tempi molto brevi il tritovagliatore. In questo modo chiudiamo il ciclo dei rifiuti e lo riportiamo tutto all’interno della provincia di Teramo, riattivando un circuito virtuoso”. Circa l’accordo sottoscritto con Aia, Ziruolo ha affermato che “questo consentirà a Sogesa di diventare interamente di proprietà pubblica”. “Oggi la creazione di un nuovo invaso a Notaresco è strategico per la Regione e per la Provincia – ha concluso Valter Catarra – la pre – condizione per tornare autosufficienti e scrivere una nuova pagina sulla gestione dei rifiuti”.

 

 

Leave a Comment