La madre: «Jason è morto ma non l'ho seppellito io»

TERAMO – «Il bambino è morto, ma non l’ho seppellito io. Ho solo accompagnato la persona che si è disfatta del corpicino". Lo ha detto Katia Reginella, 24 anni, la madre del piccolo Jason, il neonato scomparso a Folignano, al
suo legale Francesco Ciabattoni e al consulente della difesa Alessandro Meluzzi, che oggi sono stati in carcere a Teramo per parlare con lei. La donna ha anche indicato il luogo in cui il bambino è stato seppellito, ma non ha detto chiaramente chi sarebbe stato a portarcelo. Del fatto sono stati subito informati inquirenti e carabinieri. La Reginella, insistendo nella sua versione secondo cui Jason sarebbe morto dopo una caduta accidentale in casa, ha
anche dichiarato che lei aveva intenzione di portarlo in ospedale, e che non voleva disfarsene nel modo descritto. Secondo il prof. Meluzzi questa versione della ragazza sarebbe credibile. La difesa, comunque, chiederà una perizia
psichiatrica e un incidente probatorio sull’esito della relazione del consulente, oltre al trasferimento della giovane
madre in una struttura più idonea.

 

 

 

 

Leave a Comment