D'Alessandro (Idv): "La Team non ha bisogno di un nuovo Cda"

TERAMO – “La Team non ha bisogno di un nuovo consiglio di amministrazione, ma di un liquidatore”. E’ questo il giudizio di Cesare D’Alessandro, consigliere regionale dell’Idv. Ed “il Comune di Teramo – afferma D’Alessandro – non ha alcuna apparente necessità di tutelare i propri rapporti con il socio privato, ma ha solo il dovere di salvaguardare la continuità dei servizi e dei rapporti di lavoro. Per farlo è sufficiente che applichi la legge, annulli le delibere illegittime e riaffidi i servizi ricorrendo al mercato o anche ad una nuova società in house, al 100% pubblica, appositamente costituita. Il resto è spreco di denaro pubblico. Ecco perché riteniamo inutile, se non addirittura dannosa, la scelta di nominare un nuovo Cda, prima che il Comune abbia formalizzato le sue scelte definitive sui rapporti con la Team”. D’Alessandro interviene anche in merito alla possibile presenza di un rappresentante dell’opposizione in Cda. “Sarebbe ancora più grave – aggiunge – se Brucchi, senza seguire procedure trasparenti e condivise dalle forze di opposizione, dovesse decidere di nominare d’autorità nel Cda anche un fantomatico rappresentante dell’opposizione. Ormai è tutto chiaro. Quello che prima i vari Tancredi e Di Dalmazio contestavano all’Idv è sotto gli occhi di tutti, alla luce del sole. La differenza è che se prima potevano invocare la buona fede dell’ignoranza, la perseveranza negli errori rivelerebbe che hanno sempre agito con dolo”.          

 

Leave a Comment