Esce dal pub e si schianta con lo scooter, muore "Fiorellino"

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Aveva 17 anni, Jacopo Galiffa, detto "Fiorellino", il giovane santegidiese morto nelle prime ore di questa mattina in un incidente stradale. E’ stato trovato in fin di vita intorno alle 3 e mezza: era a terra, poco distante dallo scooter su cui viaggiava, in Viale Abruzzi (nella zona del cimitero di Sant’Egidio, vicino alla casa dove abitava). Il giovane non indossava il casco. Portato all’ospedale di Sant’Omero, non ce l’ha fatta a sopravvivere alle gravi ferite e i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Non è stata ancora chiarita la dinamica dell’incidente, forse dipesa dall’urto del cavalletto al marciapiedi. Per stabilire le cause della morte, oltre all’ispezione cadaverica effettuata questa mattina, non è escluso che il magistrato disponga l’autopsia sulla salma. Sull’incidente indaga la Polizia Stradale di Pineto, il cui comandante, Bruno Bellante, è sul posto per le verifiche del caso. Jacopo, figlio unico e con la passione per il calcio, aveva militato nella Santegidiese, avrebbe compiuto 18 anni il 15 settembre. Poco prima di uscire il giovane era stato visto uscire dal pub "Dejavù" (nella foto), locale situato sulla strada che lo conduceva a casa, e noto per essere frequentato fino a tarda notte da giovani coetanei di Jacopo. I funerali saranno celebratti domani. Resta da stabilire l’ora in base all’autopsia. Intanto il preseidente della Pro Loco di Sant’Egidio, Luigino Romandini, per rispetto al lutto che ha colpito la comunità, ha sospeso la musica e le attività danzanti collaterali alla "Sagra degli gnocchi" programmata in questi giorni.

Leave a Comment