Il Pdl unito sulle novità della manovra

TERAMO – Le novità della manovra finanziaria del governo hanno tenuto banco ieri nel corso del conclave teramano del Pdl regionale, riunito ieri alla Villa San Marco di Tortoreto per trovare anche un accordo sul testo unico della nuova legge sull’Urbanistice e sull’Edilizia che in Abruzzo è obsoleta di circa 30 anni. Soddisfatto per l’intesa raggiunta con i suoi è il capogruppo del Pdl, Lanfranco Venturoni secondo cui è stato accolto positivamente anche il percorso individuato per l’abolizione del vitalizio per gli ex consiglieri regionali e la riduzione del numero dei componenti del Consiglio da 43 a 31. “Adesso toccherà rivedere la legge elettorale – ha dichiarato Venturoni – ma un lavoro in tal senso è già iniziato nelle Commissioni, per cui l’Abruzzo è pronto a recepire le novità”. Sul tavolo del confronto politico anche i problemi della costa teatina: “Bisogna tutelare le comunità locali e la costa ma senza danneggiare gli operatori economici”. Assente ieri il coordinatore provinciale del Pdl, il senatore Paolo Tancredi, impegnato ieri come relatore sul rendiconto e l’assestamento di bilancio. Sollecitato dai senatori Masciteli (Idv) e Legnini (Pd) sui Fas, Tancredi ha puntualizzato che per il 2011 l’Abruzzo ha una disponibilità in cassa di 2 miliardi e 500mila euro e che i tavoli romani sono disponibili ad assicurare nuove disponibilità. “Decisivi saranno i primi giorni di ottobre – ha dichiarato il senatore Tancredi – quando Chiodi si recherà al Ministero dell’Economia per il Patto per l’Abruzzo”.

Leave a Comment