Automobilisti incivili a Villa Pavone, residenti esasperati

TERAMO – Il presidente del Comitato di quartiere di Villa Pavone, Ylenia Flamminii, coglie un’intervista rilasciata dall’assessore Di Giovangiacomo come occasione per denunciare i problemi del quartiere dove sarebbe quotidianamente a rischio l’incolumità dei residenti e dei bambini spesso in pericolo per l’inciviltà degli automobilisti ma anche per l’espansione edilizia delle frazioni limitrofe. “Talvolta – si legge nel comunicato del presidente di quartiere – si assiste persino alla folle corsa di autovetture condotte da automobilisti irresponsabili che si dilettano a gareggiare in velocità effettuando sorpassi, in totale violazione di ogni norma del Codice Stradale e nel disprezzo di ogni norma relativa al diritto all’incolumità dei cittadini”. In particolare i residenti di Contrada Casalena chiedono un sistema di telecamere finalizzate a un più capillare controllo del territorio, l’apposizione di rallentatori di velocità e la predisposizione di paletti metallici per la protezione del cammino pedonale in prossimità delle abitazioni, “interventi che potrebbero risolvere le problematiche senza investire somme rilevanti”. “I residenti esasperati hanno avuto diversi incontri con gli a Di Giovangiacomo e Di Stefano per segnalare tali problemi, ma ad oggi – conclude Ylenia Flamminii – nonostante le promesse, la situazione è in continuo peggioramento a causa della continua espansione edilizia dei paesi limitrofi. Bene l’impegno di realizzare da qui a primavera nuovi asfalti e dossi artificiali (già presenti in passato ma poi misteriosamente spariti), ma duole segnalare che il vero problema non è il nuovo asfalto, quanto l’estrema pericolosità della strada per la quale si sollecita un intervento tempestivo”.

Leave a Comment