La Tekno supera anche Ancona ed è virtualmente nei quarti

CITTA’ SANT’ANGELO – Se cercava le prime concrete risposte dalla sua squadra, Marcello Fonti questa sera le ha trovate. Di fronte a una delle antagoniste principali del prossimo campionato di Elite, la Dorica Ancona, la Teknoelettronica Teramo ha piazzato il colpo micidiale che le dà qualche sicurezza in più in vista della stagione ufficiale e le permette di mettere più di un piede nei quarti di finale di Coppa Italia. Il 35–25 finale non riferisce abbastanza della superiorità mostrata in campo dai biancorossi, che hanno preso subito di petto il match nella seconda giornata del quadrangolare di Città Sant’Angelo, infilando un perentorio 3-0. Ancona è sembrata stare però attaccata ai biancorossi, approfittando di qualche imperfezione teramana tra i pali, toccando anche il primo e unico vantaggio della gara sull’8-7, ma è stata fuoco di paglia. Perso Campana, l’unico che sembrava poter fronteggiare la forza teramana, per un problema a una spalla, Ancona ha visto la Teknoelettronica scattare in avanti con un allungo importante che alla prima sirena ha fatto segnare un eloquente +7 (11-18). La ripresa ha mostrato una Tekno ancor più veemente, con un Vaccaro inesorabile in seconda fase e il fuoco di fila di Djordjievic (9 reti per lui) e di Raupenas (6 gol). Il +7 diventa +13 (11-24) e poi +18 (13-31 al 46′). Partita chiusa in un tempo e mezzo e allora Fonti si può rilassare in esperimenti. Che significa allargare la pattuglia dei giovani teramani in campo: a trascinarli è Andrea Leodori (6 reti nello score finale) ma si distinguono anche Addazi e Di Giandomenico tra i pali, Barbuti, Cordoni, Morale e Marano: insieme, in campo, superavano di poco i cento anni in sette! La Tekno domani affonta alle 18 nell’ultimo match il Cus Chieti, oggi battuto dal Città Sant’Angelo dopo l’esordio vincente contro Ancona: per i biancorossi a punteggio pieno può valere la qualificazione ai quarti anche lo sconfitta con 8 reti di scarto, ma si tratta evidentemente di una previsione utile solo per la casistica. Di fatto i biancorossi di Fonti sono già ai quarti, pronti a sfruttare la scia per arrivare alla Final Four di marzo: sulla strada ci sarà l’Haenna che oggi ha battuto il Palermo a domicilio (32-16).
Ecco il tabellino dei marcatori teramani: Leodori 6, Barbuti 2, Di Marcello A. 3, Raupenas 6, Vaccaro 5, Brzic 4, Djordjievic 9.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Comment