Muore dopo l'intervento: l'onorevole Orlando scrive a Chiodi

TERAMO – Anziana deceduta dopo un’operazione all’ospedale di Atri: l’onorevole Leoluca Orlando scrive al Governatore Gianni Chiodi. Il presidente della Commissione d’inchiesta della Camera sugli errori in campo sanitario ha inviato una missiva a Chiodi chiedendogli di presentare, al più presto, una relazione dettagliata sulla vicenda di Maria Torrieri, la donna di 86 anni, deceduta a quattro mesi di distanza da un intervento al femore effettuato all’ospedale di Atri. La storia dell’anziana è rimbalzata sulla cronaca locale, soprattutto dopo la denuncia dei familiari della donna, in seguito alla quale è stata aperta un’inchiesta dalla magistratura. L’anziana, che è stata dimessa il 3 febbraio scorso dall’ospedale di Atri dopo l’intervento chirurgico, è stata in seguito trasferita, su consiglio degli stessi medici dell’ospedale, alla Rsa (Residenza socio assistenziale) Villa San Romualdo di Castilenti. Secondo quanto denunciato dai familiari, nei tre mesi trascorsi nella clinica, la paziente non avrebbe fatto alcun progresso nella ripresa della deambulazione. Solo dopo alcune settimane i familiari avrebbero constatato l’esistenza di una profonda piaga da decubito all’altezza dell’osso sacro, che ha indotto un nuovo ricovero nell’ospedale di Atri, dove la paziente è deceduta il 31 maggio. Ora anche la Commissione d’inchiesta della Camera vuole fare chiarezza sull’accaduto.

Leave a Comment