Nasce il "Gruppo di azione costiera"

TERAMO – Promuovere lo sviluppo sostenibile delle zone costiere, la pesca e i prodotti tipici, come il pesce azzurro e le vongole, creando anche un “Itinerario del gusto”, che valorizzi le peculiarità locali. Nasce con queste finalità il Gac , gruppo di azione costiera, di cui fanno parte Provincia, Camera di Commercio e l’Ente porto di Giulianova. Il Gac, che prenderà il marchio “Costa blu”,  sarà costituito entro il 31 ottobre e parteciperà al bando europeo che prevede lo stanziamento di oltre 1 milione e 200 mila euro per lo sviluppo sostenibile delle zone di pesca. “I Gac – spiega il presidente della Provincia Valter Catarra – si configurano come un insieme di soggetti pubblici e privati rappresentativi del tessuto socio-economico del territorio”. Gli obiettivi sono il rilancio del comparto ittico in sinergia anche con il settore turistico. “Ho risposto con grande interesse alla proposta lanciata dalla Provincia  spiega Pierangelo Guidobaldi, presidente dell’Ente porto di Giulianova – è da tempo che insieme al Presidente Catarra stiamo progettando identificare il porto di Giulianova come porto della provincia di Teramo, l’idea di mescolare le attività della pesca con quelle della promozione turistica mi piace molto”. Per promuovere l’iniziativa  la Provincia organizza 4 incontri sul territorio, a partire da venerdì alle 18 a Roseto. “Gli altri  incontri – spiega l’assessore all’Ambiente Francesco Marconi – si terranno il 10 a Martinsicuro, il 12 a Silvi, il 14 a Giulianova: coinvolgeremo tutti i Comuni della costa”. Il nostro scopo è quello di allargare il partenariato del Gac per realizzare un vero e proprio piano di azione costiera”.  

Leave a Comment