Question time animato dai conti Team, lavori a Colleparco e passi carrai

TERAMO – "Sulla Team si è detto di tutto, e se nonostante le attenzioni della magistratura non è emerso nulla di cui dubitare, credo che le attenzioni politiche su questa società possano ritenersi concluse, a meno che della municipalizata non si voglia fare un cavallo di battaglia elettorale". Così il sindaco Maurizio Brucchi ha risposto alla richiesta di Siriano Cordoni (Idv) di conoscere i ricavi dell’azienda provenienti dalla vendita del materiale differenziato. Ricavi che se nel 2009 ammontavano a 92mila euro, con l’introduzione del porta a porta sono saliti nel 2010 a 247mila euro. "Somme esigue" per Siriano Cordoni a fronte di un costo di 11 milioni di euro all’anno, mentre sono somme giudicate significative dal sindaco che considera il balzo in avanti nel giro di un anno. "Merito di una raccolta scrupolosa da parte dei teramani – ha detto ancora il primo cittadino – e che ha permesso di ripartire così le quote dei rifiuti differenziati: carta 18,23%, plastica, 4,30%, lattine e barattolame 1%, vetro 27,98% e indifferenziato 6,59%". Ma il Question Time è stata l’occasione per il sindaco per dire la sua su altri aspetti, come il Premio Teramo. "Non sarò io il sindaco che farà morire il Premio Teramo – ha dichiarato Brucchi – entro la fine di ottobre intendo riaprire una riflessione che per me parte da un cambiamento del segretario. E’ un problema che sta a cuore all’amministrazione fatto salvo che ci sono altre priorità nella distribuzione delle risorse, in primis scuola e sociale". Nuove prospettive si intravedono presto anche per Colleparco, chiamato in causa dal consigliere di Città di Virtù, Valdo Di Bonaventura. Il sindaco ha ricordato che entro dicembre la Regione verserà nelle casse del Comune 11 milioni di euro di fondi Pisu, dei quali 2milioni e mezzo sono destinati a interventi di riqualificazione per Colleparco, per il quale l’amministrazione pensa a nuove vie di collegamento ma anche a un nuovo campo sportivo, con una club hous che verrà messa anche a disposizione del polo universitario. L’ateneo parteciperà infatti al progetto con lo stanziamento di 350milioni di euro. Spazio anche a una riflessione "deontologica" nel corso del question time. Il consigliere Franco Fracassa, indignato da alcune esternazioni fatte dall’opposizione sui passi carrabili, è sbottato: "Assistiamo a dichiarazioni che non fanno altro che confondere i cittadini. E’ giusto questo? Sindaco, quale dovrebbe essere il ruolo di un consigliere?". "Ruolo di un consigliere è quello di rappresentare problemi dei cittadini e proporre soluzioni senza mascherare le verità- ha dichiarato da sponda il sindaco- ma se di un bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto arriviamo a dichiarare che manca l’acqua, allora stiamo mistificando". Dichiarazioni che hanno scatenato le reaziono del consigliere Manola Di Pasquale, schierata da tempo sulla battaglia (per il vicesindaco Di Sabatino "una battaglia più personale che del Pd") la quale si è sentita chiamata in causa e ha replicato consegnando al sindaco, con uno scatto d’orgoglio al centro dell’aula consliare, le circa 500 firme raccolte in questi giorni dai cittadini per dare forza al ricorso presentato al difensore civico.

Leave a Comment