Partorire senza dolore sarà presto possibile a Sant'Omero

TERAMO – Sarà presto possibile a Sant’Omero partorire in maniera indolore. Lo ha annunciato il manager dalla Asl, Giustino Varrassi, secondo cui nel giro di poco tempo la struttura organizzativa sarà pronta a eseguire una pratica grazie alla collaborazione dei reparti di Ginecologia e Ostetricia con l’Anestesia e Rianimazione. La tecnica del parto con anestia epidurale sarà illustrata ai cittadini nel corso di un convegno in programma il 3 dicembre che ospiterà il contributo degli anestesisti dell’Ospedale Fatebenefratelli di Roma che hanno seguito i colleghi vibratiani nell’attivazione di questo servizio. E di risultati “entusiasmanti” parla ancora il manager tracciando un bilancio del primo mese di lavoro svolto dell’equipe universitaria che guida il reparto di Ginecologia dal 5 settembre. Nel report delle attività svolte figurano112 donne ricoverate nel nosocomio vibratiano, delle quali 39 in day hospital e 73 in ricovero ordinario. Nell’ambito dei ricoveri sono stati registrati 52 parti, fra cesarei e spontanei (35 questi ultimi). Le rimamenti attività sono consistite in 23 interventi di chirurgia maggiore, 21 di piccola chirurgia e 51 istero-colposcopie diagnostiche eseguite in regime ambulatoriale. “Questi risultati – conclude il manager Varrassi – denotano come la revisione dei processi lavorativi e l’innesto di forze nuove possano generare dei risultati importanti e un consistente incremento delle attività lavorative in strutture ospedaliere di enormi potenzialità, come quelle comprese all’interno della Asl di Teramo.

Leave a Comment