Per le nuove imprese innovative 24 milioni della Fira

L’AQUILA – Due fondi di rotazione per facilitare l’accesso al credito sarà costituito e gestito dalla Fira spa, grazie a un bando regionale da 24 milioni di euro che si è aggiudicata in raggruppamento di imprese con le banche Tercas, Caripe, Bls, Carispaq a Carichieti. In particolare i fondi sono finalizzati alle piccole nuove imprese innovative in fase di ‘start-up’ e per facilitare la fusione e l’aggregazione di Consorzi fidi. Grazie all’aggiudicazione di questo bando, la Fira darà un valido e qualificato contributo alla nascita di nuove imprese, affiancando la Regione Abruzzo nel rilancio dello sviluppo economico del territorio. Non solo. Per affrontare gli effetti della crisi finanziaria, la Regione ha puntato a dare maggiore solidità al sistema dei Confidi, rafforzando il loro patrimonio di garanzia. “In questo momento di forte crisi per l’economia, queste prime misure rappresentano dei validi strumenti per favorire la nascita di imprese innovative e l’accesso al credito da parte delle aziende del territorio che hanno forti difficoltà ad accedere ai prestiti bancari – spiega il vice presidente di Fira, Giacomo Agostinelli -. Abbiamo avuto l’opportunità di dimostrare quanto valiamo ed oggi raccogliamo i frutti di un faticoso ma proficuo lavoro di gruppo. Il Consiglio di Amministrazione, guidato dall’eccellente Rocco Micucci, da quando si è insediato ha svolto un intenso lavoro di ricostruzione e cercato di ridisegnare una rinnovata mission, per far sì che la Fira diventi motore di sviluppo e di innovazione e sostenga le aziende nelle proprie scelte strategiche e di investimento. Questo bando darà un’opportunità a quegli imprenditori, soprattutto ai giovani, che hanno voglia di mettere in gioco le proprie idee per costruirsi un futuro e per contribuire fattivamente alla ripresa economica del nostro territorio». Appena verrà sottoscritto il contratto con la Regione Abruzzo, entro 30 giorni si procederà alla pubblicazione di due avvisi pubblici per l’individuazione della piccole nuove imprese innovative e dei consorzi fidi ai quali assegnare risorse per incrementare il fondo rischi.

Leave a Comment