Fallimento scongiurato per l'Atr di Colonnella

TERAMO – Buone notizie per l’Atr di Colonnella e per i suoi lavoratori: in due anni saranno riassorbite 198 unità lavorative e circa 308 in  cinque anni. E’ quanto emerso in una riunione che si è  tenuta oggi pomeriggio nella sede del Ministero dello Sviluppo economico, dove si è tenuto un incontro con gli imprenditori che si sono aggiudicati la gara per la vendita dell’azienda, gli imprenditori Andrea Massi e Valter Proietti. Gli imprenditori hanno presentato anche il Piano industriale. Proietti, che è proprietario della Oma Sud, azienda del ramo aeronautico rilevata negli anni Ottanta, e Massi, imprenditore impegnato in varie attività anche nel settore immobiliare, hanno annunciato l’intenzione di produrre nel settore aerospace attraverso marchi propri e direttamente per le case madri, evitando passaggi intermedi. Il progetto, inoltre, è anche quello di lavorare nell’automotive e, per tale motivo, hanno garantito di aver già preso contatti con gruppi industriali importanti. C’è infine l’intenzione di recuperare i rapporti con Finmeccanica e spaziare anche nei rami ferroviario, moto e racing. L’iter adesso prevede l’inizio della trattativa per la cessione dell’azienda e il passaggio del personale, come previsto dalla legge, dall’amministrazione straordinaria alla newco “Atr group”, costituita dagli imprenditori. Il 2 novembre ci sarà un incontro in Provincia che assume una significativa rilevanza in vista dell’udienza, fissata per il 10 novembre, in cui il giudice delegato dovrà sciogliere il nodo relativo al futuro  dell’azienda. Attualmente il fallimento sembra definitivamente scongiurato anche se tra le incognite rimane quella relativa al ricorso al Tar della ditta Poggipolini dopo il mancato perfezionamento della procedura di vendita.

 

 

Leave a Comment