Izs, il Pd: "Chiodi sapeva della società in house?"

TERAMO – La cosituzione della società in house in seno all’Izs preoccupa I consiglieri regional del Pd, Claudio Ruffini e Peppino Di Luca intervenuti in una nota per annunciare la presentazione di un’interrogazione in merito al governatore Gianni Chiodi. “Siamo preoccupati della possibilità che l’Izs, con la creazione di una società parallela, possa indebolire il ruolo dell’istituto ed i livelli di eccellenza raggiunti per quanto riguarda la ricerca scientifica”.I consiglieri si chiedono come mai sia necessaria la costituzione di una ulteriore societa’ che, “a leggerne l’oggetto sociale, ricalca completamente le funzioni che gia’ vengono svolte dall’Izs ed il perche’ non si concentrino tutti gli sforzi in ordine al personale e agli investimenti in tecnologia verso l’istituto stesso, senza disperdere risorse, in un momento di forte crisi economica, in coerenza con il piano di dismissioni di tutte le societa’ regionali”. De Luca e Ruffini, domandano inoltre a chiodi di sapere se la costituzione di “Lavoro srl" sia stata concordata con le Regioni Abruzzo e Molise, titolari della totalita’ delle quote dell’Izs, o se invece si tratti di un’operazione di carattere straordinario e riconducibile ad un’iniziativa autonoma da parte del Commissario Verticelli.

Leave a Comment