In aumento le segnalazioni dei teramani contro la sosta selvaggia

TERAMO – Il blitz contro il parcheggio selvaggio all’ospedale? E’ partito da una segnalazione dei cittadini. E non è il primo caso. E’ infatti in aumento il numero di teramani che chiamano i vigili urbani per denunciare situazioni anomale, dallo scarso rispetto della Ztl al posteggio in zone vietate. I teramani si dividono sempre più in due categorie: se, da un lato, ci sono i “furbetti del parcheggio”,  quelli che, nonostante la tolleranza zero dichiarata più volte dal sindaco Maurizio Brucchi, approfittano della carenza di organico dei vigili urbani sperando di non essere “beccati”, dall’altro ci sono gli “indignati della sosta selvaggia”, pronti a segnalare, anche con foto e immagini, il mancato rispetto delle regole. “Riceviamo delle sollecitazioni giornaliere – spiega Franco Zaina, futuro comandante della Polizia municipale – dai cittadini stessi che tengono d’occhio soprattutto le zone del centro storico. Nel caso specifico dell’ospedale, invece, siamo intervenuti su indicazione di coloro che hanno sollevato il problema legato anche alla sicurezza e alle difficoltà di circolazione dei mezzi e delle ambulanze, visto che le auto occupavano una parte di carreggiata”. Tra le zone più “segnalate” ci sono via Mario Capuani, piazza del Carmine, via Pannella, piazza Sant’Agostino, ma anche la stessa piazza Garibaldi, mentre restano ancora alcune zone “franche”: poche le denunce che arrivano, ad esempio, da Villa Mosca o dalla Gammarana, quartiere dove i residenti si fanno sentire soprattutto per denunciare il posteggio abusivo davanti a garage o passi carrabili.  "Purtroppo – conclude Zaina – non riusciamo sempre ad effettuare controlli serrati, anche perchè svolgiamo numerosi servizi sul territorio, non solo quello del controllo del traffico. Quando la mia nomina verrà ufficializzata punteremo su una migliore organizzazione delle risorse, d’altronde un buon allenatore deve essere in grado di utilizzare al meglio i componenti della propria squadra, effettuando anche degli spostamenti, se necessario".

 

 

 

 

 

Leave a Comment