Bevono, litigano e uno spara con la pistola

TERAMO – Bevono per una rimpatriata come si fa tra amici ma quando l’alcol annebbia la mente, scoppia la lite e la violenza: è successo tra tre romeni, di cui uno appena giunto in Italia, in un’abitazione di Villa Vomano. La discussione è degenerata quando due di loro hanno cercato di convincere il terzo a tornare con loro in Romania e a lasciare la moglie in Italia. All’improvviso, forse per interrompere la lite o per minacciare, uno dei tre estrae una pistola dalla giocca ed esplode un colpo in aria, prima di fuggire con l’altro. Su richiesta di un vicino che aveva sentito il colpo di pistola, gli agenti della squadra volante e della mobile della questura di Teramo sono intervenuti e hanno identificato gli autori del gesto: si tratta di Danut Bindac, 38 anni e dell’amico Daniele Sulliman, 41 anni, che aveva cercato di nascondere l’arma nelal sua abitazione dopo il fatto. E’ una pistola Colt 45 calibro 9 in uso all’esercito americano, che aveva la matricola abrasa. Entrambi sono stati arrestati per detenzione ed uso di arma clandestina.

Leave a Comment