Stop ai treni con poche decine di utenti

TERAMO – Quaranta persone in totale frequentano complessivamente quattro tratte: Sulmona- Castel di Sangro (R 3187 ore 6:32), Sulmona – Castel di Sangro (R 3347 ore 15:43), Castel di Sangro-Sulmona (R3483 ore 8:43), Castel di Sangro-Sulmona (R 3488 ore 18:41) per un costo a carico del bilancio regionale pari a 900 mila euro. Lo rende noto l’assessore ai Trasporti, Giandonato Morra, che in una nota chiarisce gli obiettivi di una "razionalizzazione che giustamente colpisce gli sprechi senza violare i diritti dell’utenza a vedersi garantito il servizio di trasporto pubblico". "Proprio in presenza di questi dati – spiega nella nota – di concerto con Trenitalia è stata concordata la soppressione delle quattro corse che porterà un risparmio di 900 mila euro e nessun taglio occupazionale. Per quanto riguarda la leva tariffaria, la nota chiarisce che per l’anno 2012 "nessuna decisione è stata presa, in attesa dell’effettiva definizione dei trasferimenti statali". "E’ chiaro – conclude Morra – che le circostanze di stretta finanziaria devono richiedere un comportamento non teso a difendere d’ufficio l’attuale livello dei servizi, senza guardare alla loro reale utilità, ma un atteggiamento che sappia comunque distinguere la volontà della Regione Abruzzo di tutelare e difendere i servizi veramente essenziali per l’utenza scolastica, lavorativa e pendolare".

Leave a Comment